NOVITA’

immagine non disponibile
Si attendeva da tempo una nuova silloge poetica di Raimondo Raimondi dopo "Ali di farfalla", "Controcorrente" e "Sotto il ponte spagnolo". La voce di questo autore (scrittore, giornalista e critico d'arte) si alza dolente e tormentata per raccontare le proprie emozioni ed esperienze di vita, ma anche il sentimento del tempo, il dramma della contemporaneità,
Raimondo
Raimondi
immagine non disponibile
è nato a Caltanissetta, ma vive da molti anni a Siracusa. Giornalista pubblicista, si occupa di letteratura e di critica d'arte. È direttore responsabile della testata giornalistica Dioramaonline (www.dioramaonline.org).
Raimondo
Raimondi
immagine non disponibile
Una misteriosa valigia, rimasta sul nastro di riconsegna all'aeroporto, risulta senza proprietario. Chiara, una giovane studentessa si vede rifiutare dal docente di riferimento l'argomento della tesi con il quale vorrebbe laurearsi: Mozart e i suoi ghost writers. Delusa dal rifiuto decide di non rassegnarsi,
Giampiero
Bernardini
immagine non disponibile
nato a Roma, ha compiuto studi musicali in conservatorio e storico-letterari all’università La Sapienza. Diplomato in Musica corale e Direzione di coro e in Composizione, è laureato in Lettere con una tesi pubblicata nel 1993
Giampiero
Bernardini
immagine non disponibile
Il Tassista onesto" prende spunto dalla lavorazione di un film realmente realizzato dal titolo "Come se fosse amore". È il diario di un attore schizofrenico, Carlo Denei, che vive i vari momenti delle riprese in una realtà tutta sua. Gli sceneggiatori e il regista gli hanno lasciato intendere, per scherzo o per un malinteso, che è lui il protagonista della pellicola che stanno
Carlo
Denei
immagine non disponibile
Carlo Denei,nasce a Genova il 15 febbraio 1957. E' un cabarettista autore televisivo . Monologhista dello storico gruppo Cavalli Marci. In tv ha partecipato a numerose trasmissioni sulle reti Mediaset e Rai, quali "Ciro il
Carlo
Denei
immagine non disponibile
Stelvio
Mestrovich
immagine non disponibile
Nato da genitori italiani a Zara l'anno successivo all'annessione formale della città alla Jugoslavia socialista a seguito del Trattato di pace del 1947, Stelvio Mestrovich si trasferì successivamente in Italia come profugo.
STELVIO
MESTROVICH

Arrow
Arrow
Shadow
Slider

Tutte le Novità