Stelvio Mestrovich

 

 

Stelvio Mestrovich è nato a Zara in Dalmazia il 20 giugno 1948 e vive a Lucca. Dopo avere pubblicato i romanzi, in forma di diario, Suor Franziska e Il Diario di Lucida Mansi, esordisce nella narrativa poliziesca, creando il personaggio dell'ispettore capo della Polizia di Stato Giangiorgio Tartini, al quale ha trasmesso la conoscenza della musica classica e l'amore per Venezia, e che lo vede protagonista di Venezia rosso sangue (Flaccovio), La sindrome di Jaele (Kimerik), Delitto in casa Goldoni (Rocco Carabba) e La maschera della morte rossa (Flaccovio).

Mestrovich, nel 2010, con Il mostro di Ebersdorf (A.car.) cambia scenario (da Venezia a Vienna) e protagonista (da Tartini al commissario Pallavicini). In seguito, pubblica Il mistero delle donne impiccate (A.car.), un giallo che vede come protagonista il Capitano dei Carabinieri Marco Mosetti, nativo di Muggia. Risolto brillantemente il caso, Mosetti viene promosso Maggiore e torna oggi con Omicidio in via della Dogana, pubblicato da A&A.

INCONTRA L’AUTORE

 

 

 

APPROFONDIMENTI

 

Libri

NEWS Stelvio Mestrovich